A new light is born:
Codega

il nostro manifesto

A new light is born:
Codega

il nostro manifesto

Il Manifesto

CODEGA è un nuovo marchio nel mondo del lighting che realizza “lampade di scopo”, che non servono solo per illuminare, ma “vestono” la luce con l’obiettivo di migliorare la qualità di vita delle persone.
L’uomo è al centro della visione di CODEGA il suo comfort, la sua sicurezza e il suo benessere sono lo scopo delle lampade e della loro luce.

Dal greco “òdegos” (guida), Codega era il nome dato a Venezia al “portatore di luce” a seguito di una legge, imposta nel 1450, che prevedeva che qualcuno camminasse davanti alle le dame dopo uno spettacolo o altri eventi con una lanterna per illuminare il percorso di notte.

Una figura che appartiene alla nostra storia italiana, ma può anche essere considerata archetipale, legata alla relazione tra luce e oscurità.

Gli attori

Elena Baronchelli,
Diego Giordani

Luce che non fa solo luce

Il marchio Codega nasce per creare la sintesi migliore del rapporto luce-uomo. Non solo apparecchi per illuminare, ma la sintesi alchemica dell’unione tra design, luce e funzioni “Human Centric Lighting”. La creatività italiana ha dato vita a un prodotto unico: una lampada elegante, con un cuore high-tech, che dona sicurezza e benessere.

Elena Baronchelli, Diego Giordani

Consuline –
Serena Tellini,
Francesco Iannone

Lampade concepite secondo il Monza Method

Il “Monza Method” è un sistema di interazione percettiva tridimensionale della luce basato sull’ uso della luce LED integrata con discipline quali Neuroscienza (neuroni specchio) e Neuro estetica. Questo metodo prende il nome dal progetto ideato per la Cappella di Teodolinda in Monza, primo caso applicativo. II Monza Method creato da Consuline.

Consuline – Serena Tellini, Francesco Iannone

TOlight – Gianfausto e Michele Abbatinali

L’eccellenza del made in Italy

Creatività e innovazione non sarebbero nulla senza la sapiente manifattura di chi si occupa di lampade da tutta la vita. Le nostre lampade nascono dagli stessi laboratori bresciani «la culla» del design illuminotecnico italiano.

TOlight – Gianfausto e Michele Abbatinali